<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=665305573852180&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Ottimizzazione SEO dei Video di prodotto: 5 Consigli

[fa icon="calendar"] 07/11/17 14.03 / Publlicato da: YourTarget Team

YourTarget Team

consigli-seo-ottimizzare-video-b2b-cover.jpg

Se lavori in un'impresa nel ramo della metalmeccanica, edile o industriale in genere, sai già quanto siano fondamentali i video esplicativi del tuo prodotto e servizio per le tue strategie di marketing.

Al 99% di probabilità li hai fatti realizzare in occasione delle fiere di settore a cui hai partecipato e parteciperai: un investimento non indifferente, vero?
Ma l'utilità dei video non si esaurisce negli stand della fiera: puoi sempre integrarli nelle tue strategie di marketing online e del tuo sito web, per trarne il meglio anche a livello di ottimizzazione SEO!

 

Ecco i nostri consigli su come migliorare l'ottimizzazione SEO del tuo sito web a partire dai fantastici video che hai o avrai a disposizione.

1. Scopri i Metadati!

Probabilmente ne avrai già sentito parlare: Titolo, (meta)descrizione e tag sono solo alcuni degli elementi di codice HTML (o "metadati") che ti permettono di rendere un contenuto "leggibile" da Google: questo vale anche per i video, specialmente se non è stato caricato e ottimizzato precedentemente su un canale YouTube. 

Quando vorrai inserire i video all'interno del tuo sito web dovrai farlo giocando strategicamente per garantire sempre il massimo livello di ottimizzazione SEO.

Di strumenti per l'ottimizzazione SEO dei video semplici da utilizzare ve ne sono a migliaia, tanto più utili quanto più tu non abbia a disposizione uno specialista SEO.

Ad esempio, hai un sito in WordPress? Puoi usare questi Plug In: 

  • Google XML Sitemap For Videos: ti permetterà di rendere i video nel tuo sito "riconoscibili" da Google e soprattutto di notificare la presenza del tuo sito e dei video in esso contenuti al famoso motore di ricerca.
  • Yoast Video SEO Plug In: Yoast è il plug in più utilizzato per l'ottimizzazione SEO dei contenuti di un sito web su WordPress e prevede, tra le diverse funzioni, anche l'ottimizzazione SEO dei video in esso contenuti.

2. Non dimenticare le dimensioni

Vi sono alcuni servizi di hosting di siti che pongono delle limitazioni al peso dei contenuti per ogni pagina web. In più, utilizzare video troppo pensanti potrà rallentare la velocità di caricamento del sito web e peggiorare l'esperienza dell'utente, di cui Google tiene conto per l'ottimizzazione SEO. Anche in questo caso vi sono strumenti online gratuiti come ad esempio ClipChamp che ti permettono di ridimensionare i video senza perdere in qualità.

 ottimizzazione seo video dimensioni

3. Promuoviti online - Con un canale YouTube

Se hai numerosi video per spiegare il tuo prodotto, oltre a poterli utilizzare nelle tue strategie social, potrebbe essere interessante cominciare a lavorare ad un canale YouTube per la tua azienda. Possedere un canale YouTube ti permetterà di potenziare l'ottimizzazione SEO dei tuoi video e di:

  • Inserire nel tuo sito web direttamente il link al tuo video su YouTube
  • Organizzare i tuoi contenuti video
  • Indicizzare i video per la ricerca su YouTube - altro motore di ricerca non trascurabile
  • Aumentare la visibilità online dei tuoi contenuti come sito web e altri articoli online sullo stesso argomento del video caricato
  • Misurare le performance dei tuoi video, per apportare gli eventuali miglioramenti necessari

YouTube, di proprietà di Google, è un canale fondamentale per l'ottimizzazione SEO dei video e per trarre il meglio delle potenzialità del mezzo occorrerebbe investirci seriamente, soprattutto se i video sono il tuo asset principale per mostrare i tuoi prodotti.

Se, tuttavia, non hai ancora le risorse per investire su questo canale, puoi sempre creare un canale YouTube veramente basico in meno di 5 minuti; ti basterà preparare:

  1. Immagine di copertina & di profilo per il canale: anche se sarebbe meglio personalizzare il canale, il logo aziendale e l'immagine di copertina che avrai utilizzato su Facebook, ridimensionate, andranno benissimo per cominciare.
  2. Descrizione del canale: a chi si rivolge il tuo canale? A quale scopo l'hai aperto? Quale valore aggiunto danno i tuoi video agli utenti? Riprendere la Mission, Vision e lo statement utilizzati già nel tuo sito web sarà un'ottima base da cui partire.
  3. Lista dei video sul tuo prodotto o servizio, che dovranno:
    1. Avere un'immagine di copertina (in gergo "thumbnail"), per dargli un tocco professionale in più;
    2. Essere ordinati, per poter selezionare le diverse etichette (tag) oltre che per organizzare eventuali aree tematiche del tuo canale.
    3. Avere titoli e descrizioni ottimizzati per YouTube. Per ottimizzare un video per YouTube vi sono diversi accorgimenti da implementare ma se devi ancora creare un canale, ti basterà sapere che anche qui dovrai giocare di ricerca delle parole chiave, che poi dovrai inserire in titolo (dai 50 ai 70 caratteri massimo!) e descrizione.

Mi raccomando: non dimenticare l'importanza dell'esperienza dell'utente. Il tuo canale, anche se ancora molto semplice, dovrà apparire professionale e ordinato, oltre ad essere integrato con la strategia di marketing online.

ottimizzazione seo video youtube.jpg

 

4. Punta all'univocità - Giocando di link

Per ottimizzare un video per la SEO, dovrai "creare un doppio legame tra il tuo video e il contenuto corrispondente del tuo sito web" (SeoGarden). Nella pratica, dovrai:

  • Inserire il video ("embed") nella pagina web o articolo che hai scelto, che dovrà essere un contenuto il più possibile specifico
  • Inserire nella descrizione del video su YouTube un link alla pagina web o articolo prescelto.

Sarebbe ideale quindi "creare un rapporto di univocità: quel video è a corredo di quel (solo) articolo", ancora meglio se pagina e video hanno lo stesso titolo (SeoGarden).

 

5. L'esperienza dell'utente conta

Anche se i tuoi sono video esplicativi di un prodotto non troppo "divertente" come può essere un prodotto industriale, non devi mai dimenticare di rendere l'esperienza della visione la migliore possibile per il tuo target. Come ti menzionavo poc'anzi, Google, YouTube e altri motori di ricerca tengono conto dell'esperienza dell'utente e nel caso dei video, lo fanno tenendo sotto controllo tutta una serie di metriche specifiche atte a misurare l'interesse del target, dal numero di impressioni al tempo di visione del video stesso.

 

Imparare i trucchi della SEO non è semplice:
ma si può sempre migliorare passo passo per non perdere traffico importante!

21_errori_seo

 

Argomenti: SEO

YourTarget Team

YourTarget Team

Mamme, papà, freelance, imprenditori. Marketers, nomadi digitali, creativi, sviluppatori, scrittori, artisti. Definiteci come volete. Perché siamo tutto questo (e molto altro ancora): una squadra variegata con una passione comune. Generare valore e offrire valore ai nostri lettori e a quelli dei nostri clienti.

Sign up to our newsletter

Recent Posts