<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=665305573852180&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

New Line, storia del made in Italy in Svizzera

[fa icon="calendar"] 02/11/18 7.50 / Pubblicato da Sabrina Princigalli

Sabrina Princigalli

cover_intervista_New Line è una società che opera in Ticino, a Lugano, dal 1988. Trent’anni fa, infatti, la famiglia Comi decise di trasferirsi nella Svizzera Italiana per portare oltralpe il know-how italiano in termini di design e progettazione, diventando così ambasciatori del gusto italiano.

Oggi New Line è una realtà affermata che conta diverse divisioni e che nell’ultimo anno ha attivato un processo di digitalizzazione a tutto tondo.

Sono trascorsi 30 anni da quando la famiglia Comi inaugurò New Line. Oggi la società offre un’ampia gamma di servizi che include la progettazione, il real estate, il service e il contract; una consulenza a tutto tondo per il restyling degli spazi domestici e non. Noi abbiamo pensato di rivolgere qualche domanda a Fabia Pellizzoni, responsabile marketing del gruppo.

polaroid_fabiaBuongiorno Fabia! Sono particolarmente entusiasta di averla qui. New Line si è fatta promotrice dello stile made in Italy nel Ticino, realtà che è comunque molto vicina all’Italia. Secondo lei perché è così apprezzato il design del bel paese?

Il design italiano è apprezzato in tutto il mondo. Il Ticino, essendo molto legato alla vicina Penisola, ne segue direttamente ed indirettamente i movimenti, i gusti. Il design italiano è moderno, innovativo, funzionale. Oggi il cliente non ricerca più solo la bellezza ma bensì anche la funzionalità, la praticità.

 

"Il made in Italy piace e si presenta in autonomia. Non possiamo che aiutarlo con il marketing giusto!" 
  twitter_greenTweet

Come si è evoluto il mercato durante la crisi? Il compratore è più esigente? Qual è il profilo del vostro cliente medio?

Ci si è evoluti certamente con qualche difficoltà. New Line è presente da 30 anni sul mercato svizzero. Trattandosi di un’azienda famigliare, ha sempre scelto in maniera coraggiosa di investire, anche quindi nei momenti più difficili. La crisi da parte del cliente ha portato ad una richiesta più esigente, aspetto anche legato al potere economico inferiore. Il cliente oggi desidera spendere meglio. Non dimentichiamo inoltre anche l’evoluzione edilizia: oggi ci ritroviamo a discutere con clienti preparati. In passato il cliente si fidava del consulente di vendita, si recava direttamente presso il punto vendita, oggi lo stesso cliente si informa prima in rete, raccoglie tutte le informazioni e solo in seguito procede con l’acquisto.

newline_arredamento_made_in_italy

Quanto è difficile posizionare oggi il vostro prodotto? Avete dovuto apportare delle modifiche alle strategie promozionali? Se sì quali?

Ci siamo modificati iniziando dalla parte digitale, l’azienda ha avviato un processo di evoluzione interna dallo scorso anno ed è proprio lo scorso anno che è stato realizzato un evento denominato 2.0 per permetterci di raccontare a clienti e fornitori la trasformazione pianificata a livello di strategia di comunicazione. La Direzione si è resa conto che bisogna evolversi, in organico abbiamo 70 collaboratori. Abbiamo tutti quanti frequentato un academy, i ruoli sono stati meglio identificati, sono stati creati degli uffici veri e propri. Il progetto academy continua anche quest’anno e proprio a dicembre ritorneremo tra i banchi, per poter migliorare ulteriormente la qualità del servizio.

made_in_italy_

Avete mai valutato la possibilità del content marketing per costruire un rapporto commerciale duraturo?

Ci stiamo affacciando a questa realtà comunicativa. Va anche detto che in Ticino non è ancora del tutto usuale l’utilizzo del content marketing. Trattasi quindi di una lacuna da colmare.

Ci regali un’infografica. Quali sono i tre motivi per i quali scegliere il made in Italy? E perché promuoverlo con il marketing di contenuti?

Il made in Italy piace, si presenta in autonomia, l’Italia eccelle in tanti campi, non possiamo quindi non badare al design, alle bellezze. Oggi si punta anche molto alla biocompatibilità, all’ecologia.

 

Ti stai chiedendo quali siano le differenze tra una strategia di marketing tradizionale ed una di Inbound?
Scarica e consulta la nostra infografica gratuita!

Inbound e outbound marketing confronto infografica

Argomenti: #digitalmarketing

Sabrina Princigalli

Sabrina Princigalli

È da 18 anni ormai che sono un’imprenditrice, un lasso di tempo in cui mi sono ritrovata a mettere le mani in pasta in diversi progetti; dalla genesi iniziale fino a “portare a casa il risultato”. Ho imparato tanto e continuo a farlo perché, soprattutto nell’ambito digital, la formazione non è solo una scelta ma è una necessità. Comunque, quello che ho capito in questi anni è che a fare la differenza è l’energia. Forza che io dedico tutti i giorni a cercare nuove sfide, accettarle e vincerle. Vitalità che presto ai miei clienti e condivido con il mio team fidato, ormai quasi una seconda famiglia.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Popular Posts

Popular Posts

Lists by Topic

vedi tutti

Articoli per argomento

Vedi tutti

Articoli Recenti