<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=665305573852180&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

#InstaTravel: come postare -legalmente- una foto su Instagram

[fa icon="calendar"] 23/03/18 9.12 / Publlicato da: Avv.to Federica De Stefani

Avv.to Federica De Stefani

travel_instagram

Instagram e il turismo sono una coppia ormai collaudata e a testimoniarlo sono i quasi 57 milioni (in lettere fa ancora più effetto) di post che utilizzano l’hashtag #instatravel.

La tecnologia ha profondamente cambiato l’esperienza di viaggio che, ormai, viene raccontata in ogni sua fase attraverso i social network.

Si postano i preparativi del viaggio, si racconta anche in “realtime” l’esperienza attraverso dirette e stories, selfie e immagini, si continua a raccontare con i post anche il ricordo, una volta finito il viaggio.

Instagram è il social dove le immagini la fanno per così dire da padrone, quindi è proprio su queste che ci si deve soffermare per valutare gli aspetti legali legati alla pubblicazione.

 

Come postare legalmente una foto su Instagram?

Bisogna in primo luogo partire da un aspetto che molto spesso viene ignorato dagli utenti, ossia cosa prevedono le condizioni di utilizzo del social network che si sta utilizzando.

Instagram, in particolare, prevede nelle proprie condizioni una clausola con la quale l’utente dichiara da un lato di essere proprietario dei contenuti pubblicati e, dall’altro, di non violare i diritti di terze persone, compresi il diritto alla privacy, il diritto d’autore e i diritti di proprietà intellettuale (art. 4 della sezione diritti).

In sostanza l’utente nel momento in cui utilizza il social network e accetta le condizioni d’uso dichiara anche di essere titolare di tutti i diritti sul contenuto che posta e di non violare diritti altrui.

Nell’utilizzo di questa piattaforma, quindi come si traduce questa previsione?

Bisogna fare estrema attenzione alle immagini che si postano, perché non tutto è liberamente pubblicabile.

instagram

 

Quali immagini si possono postare?

Bisogna in primo luogo fare una distinzione che riguarda da un lato lo scatto in sé considerato e nello specifico chi lo ha realizzato, e dall’altro il contenuto della foto stessa, ossia il soggetto ritratto.

Vediamo quindi come postare legalmente una foto su Instagram nella pratica.

In primo luogo è necessario avere tutti i diritti sull’immagine che si vuole postare o, in alternativa, l’autorizzazione espressa del titolare dei relativi diritti.

Questo significa che l’immagine è stata scattata personalmente o che la persona che l’ha scattata ha ceduto i relativi diritti oppure che il titolare dei diritti ha concesso una specifica autorizzazione alla pubblicazione.

Si pensi, per esempio, all’ipotesi in cui vengano postate le immagini di un servizio fotografico realizzato da un fotografo professionista.

Se, per motivi di vario genere, il contratto dovesse prevedere che i diritti rimangano in capo al fotografo chi ha commissionato il servizio potrà utilizzare le immagini solo con l’espressa autorizzazione del fotografo stesso.

Attenzione, inoltre, a ciò che ritrae la foto.

La circostanza, infatti, di aver scattato personalmente l’immagine non concede automaticamente il diritto di utilizzarla.

Nell’ipotesi in cui, per esempio, sia ritratta una persona è necessario ottenere il consenso della stessa, senza il quale la pubblicazione risulta illecita.

copyright_immagine

 

I diritti d’immagine su Instagram

L’immagine di un soggetto, infatti, può essere pubblicata unicamente con il consenso dello stesso e, nel caso in cui si tratti di un minorenne, è necessaria l’autorizzazione di entrambi i genitori esercenti la potestà genitoriale.

Questo impone che nel caso in cui si pubblichi una foto che ritrae una persona è indispensabile aver ottenuto la relativa autorizzazione, senza la quale ci si espone alla possibile richiesta di risarcimento danni.

Nessuna norma prevede una forma particolare per la richiesta del consenso, quindi è ammessa anche la forma orale, ossia un consenso espresso a voce.

È tuttavia evidente che per provare, anche a distanza di tempo, che con riferimento ad una specifica immagine è stato rilasciato il consenso alla pubblicazione è necessario avere qualcosa di scritto, fosse anche, per esempio, un messaggio WhatsApp.

Per quanto concerne i minori inoltre vale la pena sottolineare un aspetto fondamentale: è richiesta l’autorizzazione di entrambi i genitori, pertanto l’eventuale autorizzazione rilasciata da soggetti diversi (si pensi per esempio ai nonni, agli zii, ai fratelli maggiori e via dicendo) non può essere considerata valida.

 

#InstaTravel: la condivisione delle immagini su Instagram

Instagram è un social molto particolare per quanto riguarda la condivisione di immagini altrui.

La regola generale, infatti, impone di utilizzare le apposite funzioni che mettono a disposizione i singoli social per non incorrere in violazioni di vario genere.

Per esempio Facebook e LinkedIn hanno il “tasto” condividi, Twitter la funzione retweet.

Instagram non prevede questa possibilità, quindi come si può procedere?

È ammesso il copia e incolla di un’immagine altrui nel proprio profilo?

No, il copia e incolla non è mai ammesso, nemmeno se la funzione di condivisione non è presente come nel caso di Instargam, per il quale è necessario scaricare una apposita app che consente il repost.

Ma tanto non succede nulla, figurati!

In realtà non è così, se si violano delle norme specifiche ci si espone alle relative conseguenze.

Facciamo un esempio.

#instatravel al pari di qualsiasi altro hashtag ha la funzione specifica di riunire tutte le immagini che hanno utilizzato quel particolare hashtag.

Se, all’interno dei contenuti ci si dovesse accorgere dell’utilizzo non autorizzato di una propria immagine si potrebbe non solo chiederne la rimozione, ma in presenza dei presupposti di legge, anche il pagamento dei relativi diritti d’autore.

È comunque evidente che per promuovere la propria struttura turistica attraverso i social network tutti gli aspetti analizzati fino ad ora, aspetti di carattere prettamente legale, devono essere affiancati da una efficace strategia di content marketing.

Se vuoi approfondire gli aspetti legali legati alla promozione dell’impresa turistica online puoi leggere il mio ultimo libro “Le regole del turismo. Manuale pratico per gestire le strutture ricettive tra online e offline” edito da Hoepli, disponibile al seguente link.

 

Quanto è importante Instagram per la tua nicchia di mercato?
Scopri come migliorare il tuo Travel brand positioning  con il nostro ebook gratuito!

New Call-to-action

Argomenti: SocialMedia, Instagram

Avv.to Federica De Stefani

Avv.to Federica De Stefani

Federica De Stefani è avvocato e autrice di pubblicazioni giuridiche. Si occupa di diritto delle nuove tecnologie, privacy e contrattualistica, nazionale e internazionale. Esperta di ADR (Alternative Dispute Resolutions), con specializzazione in risoluzione delle controversie in materia societaria, è responsabile della regione Lombardia di AIDR e si occupa di media law per SportDigitale.

Sign up to our newsletter

Recent Posts