<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=665305573852180&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Come creare un blog aziendale per la tua scuola di cucina

[fa icon="calendar"] 05/05/17 11.00 / Pubblicato da: YourTarget Team

YourTarget Team

Come creare un blog aziendale per la tua scuola di cucina_cover

Avviare un blog da zero può sembrare un’impresa: ce ne sono tanti, come fare a distinguersi? Hai bisogno di aumentare i partecipanti al tuo corso di cucina e vorresti poterne realizzare uno in un’ora!

È possibile ed è esattamente ciò che accade nel 90% dei casi. Ma poi?

Cinque passaggi per realizzare il tuo blog in meno di un’ora

  • Scegli una piattaforma di blogging, un nome per il dominio e il servizio di hosting
  • Installa un tema semplice, come quelli di wordpress
  • Personalizza il blog con logo, colori, foto
  • Aggiungi i plugin che ti occorrono
  • Scrivi e pubblica il tuo primo articolo

Ma è pur vero che si tratta di quel 90% di blog che chiude dopo pochi mesi di attività, abbandonati a se stessi o lasciati nel dimenticatoio senza alcun rimorso.

Parlare di un blog aziendale è differente.

Il blog che aumenterà i partecipanti del tuo corso di cucina ha bisogno forse di un’ora o due per essere online ma per poter arrivare al successo -e quindi garantirti più iscritti- avrà bisogno di duro lavoro e molta costanza per essere nutrito e curato.

Da dove cominciare? Innanzitutto da un’analisi accurata e approfondita della tua idea di business. E poi iniziando a gettare le basi di un lavoro che richiederà un po’ di tempo ma ti condurrà a risultati certi e misurabili.


Ecco perché dovresti aprire un blog per la tua scuola di cucina e unirti alla community online

Non si tratta di un blog personale. Quelli che seguono sono i passaggi indispensabili per affermarti nell’ambito delle scuole di formazione e trovare nuovi iscritti per i tuoi corsi.

  1. Fai leva sui tuoi punti di forza

Ebbene cosa rende la tua scuola preferibile agli occhi delle altre presenti in zona? L’analisi in questa fase iniziale deve essere approfondita. Per comunicare con il tuo target di riferimento hai bisogno di mostrare i vantaggi che solo tu puoi offrire e comunicare i benefici che i tuoi corsi di formazione apportano e in cosa differiscono dagli altri.

1_punti_diforza.jpg


Queste qualità si traducono in keywords attorno alle quali far ruotare i testi del tuo blog e favorire così il posizionamento organico, che ti farà guadagnare visibilità nei risultati di ricerca di Google.

  1. Crea aspettative e impegnati a soddisfarle

Perché ci sono blog che registrano migliaia di visite mensili ed altri che sembrano essere invisibili? Ferma restando l’accuratezza dell’aspetto tecnico, del design accattivante e di un’efficace strategia di promozione sui social, la differenza consistente è rappresentata dal tipo di contenuto offerto ai lettori.

I blog di successo propongono esattamente quei contenuti che il target di riferimento sta cercando.

Per poi diffonderli e promuoverli sul web attraverso vari metodi e canali.

  1. Pensa sempre ad ottimizzare il blog

C’è una pubblicazione di Problogger davvero illuminante a questo proposito, che s’intitola: “Pubblica il tuo blog senza la Seo e 1000 visite saranno perse per sempre”.

Pensare di scrivere articoli senza un piano editoriale è impossibile, inutile e a volte anche controproducente.

Il punto di partenza invece è quello di fare un’analisi Seo, individuare le keywords di riferimento del settore, preparare il calendario di pubblicazione degli articoli, stabilendo a monte gli argomenti da proporre per ogni fase del processo di acquisizione del potenziale iscritto.

  1. Interagisci con la community

Scrivere articoli, oltre che a generare nuovi contatti, rafforzare la web reputation e creare una identità digitale per la tua scuola serve anche per aumentare l’engagement di chi è interessato alle tue pubblicazioni, stimolando commenti e opinioni.

Gestire il blog aziendale in modo efficace significa rispondere prontamente ad ogni possibile richiesta di informazioni o delucidazioni.

4_web_reputation.jpg


Di gran lunga preferibile non lasciare cadere nel vuoto una richiesta di interazione che pubblicare post banali sui social contando le visualizzazioni!

Per ottenere nuovi iscritti ai tuoi corsi hai bisogno di fare social media marketing ovvero rivolgerti a persone che attivamente s’interessano ai tuoi contenuti e alle quali dovrai rivolgere il massimo delle tue attenzioni.

  1. Parla di storie vere, racconta esperienze

È il vero valore aggiunto in grado di portare alle stelle un blog aziendale. Le persone amano le storie, vogliono sapere come risolvere i loro problemi e, se a raccontarlo sono altre persone “vere e reali”, ci credono di più. Si fanno coinvolgere, emozionare.

5_storievere.jpg


Il modo più diretto e genuino di comunicare sul web è proprio cercare di rispondere alle domande che gli aspiranti partecipanti dei tuoi corsi di cucina si pongono.

  • Quali sono le più grandi difficoltà che uno chef incontra nel suo lavoro quotidiano?
  • Qual è la lezione più grande che hai imparato lavorando in un villaggio turistico come pizzaiolo?
  • Quali sono i profili lavorativi più ricercati nel settore Food&Beverage?

Intercettare queste domande e fornire le tue soluzioni in risposta significa far diventare il blog aziendale della tua scuola linfa vitale per il tuo business. Le persone in cerca di un corso di cucina a cui iscriversi in questo momento sono centinaia: sui social, sui forum, tra i commenti di un articolo del tuo blog. Realizzare un blog professionale in ottica di inbound marketing significa attirarli e condurli verso l’iscrizione alla tua scuola di formazione.

 

29 cose da fare per promuovere online i corsi di cucina.

Argomenti: Blog, ContentMarketing, InboundMarketing

YourTarget Team

YourTarget Team

Mamme, papà, freelance, imprenditori. Marketers, nomadi digitali, creativi, sviluppatori, scrittori, artisti. Definiteci come volete. Perché siamo tutto questo (e molto altro ancora): una squadra variegata con una passione comune. Generare valore e offrire valore ai nostri lettori e a quelli dei nostri clienti.

Sign up to our newsletter

Recent Posts